• Partenza
  • Un itinerario alla scoperta della Lunigiana e delle sue meraviglie, tutte insieme in soli due giorni. ...
    Prezzo: €370
    Durata:2 giorni
    Mezzo: A piedi
  • - -

    Il borgo di Pontremoli

    Pontremoli è storia, tradizione, cultura e bellezza, tutti riassunti in...

  • - -

    Castello del Piagnaro

    Il castello di Piagnaro sorge agli inizi dell'XI secolo con...

  • - -

    Museo delle Statue Stele Lunigianesi

    La parola ignoto è spesso associata al borgo di Pontremoli...

  • - -

    Bagnone

    Lungo uno degli antichi tracciati della Via Francigena in Lunigiana,...

  • - -

    Bacini Marmiferi di Fantiscritti

    I bacini marmiferi di Fantiscritti sono uno di quegli esempi...

  • - -

    Cava Museo Danesi

    La cava museo nasce nel 1987 dal lavoro di studio...

  • - -

    Borgo di Colonnata

    Colonnata era un rinomato centro di produzione marmifera già in...

  • - -

    Carrara

    Il centro storico di Carrara merita sicuramente una visita approfondita,...

  • - -

    Accademia di Belle Arti di Carrara

    Accademia è un patrimonio importante di Carrara, essendo qui esaltate...

  • - -

    Castello Malaspina di Carrara

    Nel 1861 il Regno d’Italia conferma a sede della Reale...

ITINERARIO

I Pilastri della Lunigiana

esperienza

Dagli Appennini alla Costa Apuana la Lunigiana si fonda da secoli sull’acqua e la pietra. Dal grigio dell’arenaria scavata da limpide acque al bianco del marmo delle Apuane affacciate sul mare, ripercorreremo migliaia di anni di arte, storia, paesaggi dell’uomo e sapori autentici.

Rimarrete affascinati dalle misteriose Statue Stele, esplorerete piccoli borghi medievali attraversati e protetti da torrenti cristallini, scoprirete l’affascinante mondo del marmo di Carrara dal suo utilizzo industriale a quello artistico.

Potrete cimentarvi nell’arte dello scolpire la pietra sotto la guida di abili artigiani e scultori professionisti.

Senza dimenticare di gustare prodotti della tradizione locale.

Itinerario 1° Giorno

Il nostro tour inizia a Pontremoli, cittadina all’estremo Nord della Lunigiana che nel Medioevo venne definita dall’imperatore Federico II “clavis et ianuae Tusciae”, chiave e porta della Toscana.

L’acqua è stata nel corso dei secoli un’arma di difesa per Pontremoli, essendo infatti naturalmente protetto da due fiumi, il borgo fortificato si è sviluppato lungo un asse principale dotato di numerose torri e ponti. A controllo del borgo sorge in posizione dominante il Castello del Piagnaro, che prende appunto il nome dalle piagne, caratteristiche lastre in arenaria utilizzate dal Medioevo per coprire i tetti delle abitazioni.

Attraversando i numerosi ponti antichi e passeggiando per le vie del centro storico, raggiungiamo il Castello che ospita il Museo delle Statue Stele Lunigianesi dove, immersi tra le suggestive sale, andremo alla scoperta di questo affascinante popolo di pietra che è oggi il simbolo per eccellenza della Lunigiana.

Scendendo dai vicoli del Piagnaro ci fermiamo in una bottega dove potremo ammirare l’arte della lavorazione dell’arenaria ad opera di un abile scalpellino.

Pranzo in uno storico ristorante a base di prodotti tipici prima di proseguire seguendo il Fiume Magra che ci condurrà ad uno splendido mulino ad acqua del 1500 completamente ristrutturato ed oggi ancora funzionante.

Un altro luogo significativo al fine di comprendere il legame tra questa terra e l’acqua è il borgo incantato di Bagnone, che prende il nome dal limpido torrente che lo attraversa modellando lo sperone di arenaria su cui sorge il centro storico, anticamente chiamato Gutula, dal latino guttula, ovvero gocciolina.

Concludiamo la nostra giornata con una passeggiata tra il Ponte Vecchio e quello della Piallastra, area in cui sorgevano gli antichi mulini e da cui si gode di una splendida vista sul borgo antico e il castello, e dove è facile sentirsi immersi in un’atmosfera di altri tempi.

Itinerario 2° Giorno

Dagli Appennini ci spostiamo oggi verso la Costa Apuana da dove il territorio della Lunigiana storica ebbe inizio nel II secolo A.C. quando i Romani fondarono la città di Luni alla foce del Fiume Magra ai piedi delle Alpi apuane che sovrastano Carrara.

Proprio i Romani iniziarono a estrarre l’oro bianco dal cuore di queste montagne esportandolo in tutto il mondo e impiegandolo in imponenti opere d’arte e di architettura.
Il nostro viaggio alla scoperta del marmo inizia dai Bacini marmiferi di Fantiscritti, dove ci troveremo al centro di un vero e proprio anfiteatro di marmo bianco da cui godere di un panorama eccezionale sulle vie del marmo e i ponti di vara, oltre i quali lo sguardo spazia fino al mare.

Andremo poi alla scoperta del mondo del marmo presso la Cava Museo Danesi.
Prossima tappa d’obbligo il grazioso borgo di Colonnata, dove potremo gustare il delizioso lardo qui prodotto e stagionato in grosse conche di marmo (di Carrara, ovviamente).

Da qui scendiamo a Carrara per un tipico pranzo in trattoria prima di proseguire con una passeggiata nel centro storico dove ammireremo la splendida Piazza Alberica, il Duomo di Sant’Andrea, non solo rivestito ma interamente costruito in marmo, la casa che ospitò Michelangelo, fino al Castello Malaspina che dal 1861 ospita l’ Accademia delle Belle Arti.

Termineremo il nostro tour presso un laboratorio artistico dove potremo osservare dal vivo come il marmo prende forma per diventare un’opera d’arte.

I Protagonisti

Conosceremo Emilio, maestro scalpellino socio dell’associazione di artigiani Mani e Menti impegnati nel diffondere antiche tradizioni di artigianato tra cui la lavorazione della pietra arenaria.

La Famiglia Moscatelli, mugnai che negli anni ’80 hanno riattivato un antico mulino ad acqua dando vita ad un progetto di filiera corta dalla coltivazione del grano, alla produzione della farina al prodotto finale della pasta trafilata a bronzo.

Verremo accolti dalla famiglia Danesi presso la loro Cava Museo, collezione privata a cielo aperto sulla storia del marmo fondata nel 1987 dall’ex cavatore Walter Danesi.

Avremo il piacere di conoscere maestri scultori che ci mostreranno i loro strumenti e laboratorio dove potremo ammirarli mentre lavorano blocchi di marmo con abilità e sapienza.

luoghi esclusivi

Entreremo nel Museo delle Statue Stele Lunigianesi. Inaugurato nel suo nuovo allestimento nel 2015, ospita una nutrita esposizione di stele scolpite dalle popolazioni preistoriche che hanno abitato la Lunigiana 5000 anni fa.

Ammireremo un abile scalpellino nella sua bottega artigiana lavorare la pietra per dar vita a delle riproduzioni di statue stele.

Saremo accolti in un mulino del 1500 dove la famiglia Moscatelli ci mostrerà il funzionamento delle macine mosse dalla sola forza dell’acqua per produrre farine di grano, mais e castagne, utilizzate per produrre pasta trafilata a bronzo.

Visiteremo la Cava Museo Danesi, che contiene una collezione privata di antichi strumenti e foto, dove ripercorreremo le tecniche di estrazione e trasporto dall’epoca Romana ad oggi.
Incontreremo abili scultori all’opera nei loro laboratori dove potremo apprezzare repliche di opere d’arte celebri ma anche creazioni originali prodotte in collaborazione con artisti di fama internazionale.

Il marmo a Carrara viene utilizzato non solo in ambito artistico ma anche nella vita quotidiana. Presso una larderia scopriremo come vasche di marmo vengono utilizzate per stagionare il delizioso lardo di Colonnata.

da sapere

Minimo 4 partecipanti

Questo itinerario è adatto a tutti, anche alle famiglie che desiderano far vivere questa esperienza ai propri bambini.

Il pacchetto include:

2 gg di guida qualificata;

2 pranzi menu tipico;

1 pernottamento in camera doppia B&B;

ingresso Museo Statue Stele;

visita e attività laboratorio artigiano arenaria;

visita mulino;

visita Museo Danesi;

visita e degustazione larderia;

visita e attività bottega marmo.

PRENOTA

Prenotando dichiari di essere d'accordo con i nostri Privacy & Polices

Info Utili

Minimo 4 partecipanti

TAPPE
FAQ

Cosa succede in caso di arrivo in ritardo rispetto all'orario di partenza?

Non c'è una regola ma vi chiediamo di arrivare con circa 15 minuti di anticipo. Qualora ci fossero ritardi, faremo il possibile per aspettare i ritardatari ma non possiamo andare oltre i 5/10 minuti di attesa. I tour mancati per ritardo superiore a questo lasso di tempo non saranno rimborsati.

Quali sono le condizioni di cancellazione di viaggio?

È possibile disdire la propria prenotazione entro 48 ore dalla data del tour, entro le 48 ore non è possibile avere il rimborso della spesa già affettuata.

POTREBBERO INTERESSARTI
Prenota