• Partenza
  • Una cavalcata lungo la Via Francigena con degustazione di vini autoctoni della Lunigiana ...
    Prezzo: €120
    Durata:1 giorno
    Mezzo: A cavallo
  • - -

    Monti di Licciana

    Monti di Licciana fu abitato già in epoca remota, come...

  • - -

    Agriturismo Il Picchio Verde

    Agriturismo che si estende fra i boschi di castagno che...

  • - -

    Licciana Nardi

    Il comune di Licciana Nardi fa parte del Parco Nazionale...

  • - -

    Castel del Piano

    Castel del Piano vi stupirà per la sua posizione, completamente...

  • - -

    Degustazione Vini a Castel del Piano

    Una degustazione di vini biologici e autoctoni immersi nella natura

  • - -

    Pontebosio

    Sulla sponda sinistra del torrente Taverone, a valle del borgo...

ITINERARIO

A cavallo sulla Via Francigena

esperienza

La Via Francigena, antica via di pellegrinaggio che conduceva pellegrini, eserciti e mercanti da Canterbury a Roma, e le sue varianti, tra cui la Via del Volto Santo che si ricongiunge a Lucca, offrono l’opportunità di fare un viaggio nel tempo lontani dallo stress della città e dai circuiti del turismo di massa.
Ancora più indicato potrebbe essere fare questo itinerario in maniera del tutto simile a quella di tanti secoli fa: in sella ad un cavallo, ripercorrendo un tratta di quella antica mistica via, concludendo l'itinerario con la degustazione di vini autoctoni della Lunigiana, ai più sconosciuti e oggi quasi scomparsi.

Itinerario

Il pellegrinaggio a Roma, in visita alla tomba dell'apostolo Pietro, era nel Medioevo una delle tre peregrinationes maiores insieme alla Terra Santa e a Santiago di Compostela. Per questo l'Italia era percorsa continuamente da pellegrini di ogni parte d'Europa. Molti si fermavano a Roma, gli altri scendevano lungo la penisola fino al porto di Brindisi e da lì si imbarcavano per la Terra Santa.

I primi documenti d'archivio che citano l'esistenza della Via Francigena, risalgono al IX secolo e si riferiscono a un tratto di strada nell'agro di Chiusi, in provincia di Siena: il nome Via Francigena è attestato per la prima volta nell'Actum Clusio, una pergamena risalente al 876 conservata nell'Abbazia di San Salvatore al Monte Amiata. A sud di Roma la via Francigena è attestata per la prima volta a Troia, sulla via Appia Traiana, nel Privilegium Baiulorum Imperialium del 1024.

Mentre al X secolo risale la prima descrizione del percorso: si tratta della relazione che il vescovo Sigerico fece del percorso di ritorno del pellegrinaggio che fece da Roma, alla quale era giunto per essere ricevuto dal Pontefice e ottenere il "pallium", per poi ritornare a Canterbury, su quella che già dal XII verrà largamente chiamata Via Francigena. Il documento di Sigerico rappresenta una delle testimonianze più significative di questa rete di vie di comunicazione europea in epoca medioevale.

Durante il nostro itinerario, percorreremo parte della Via Francigenanella sua variante del Volto Santoche si distacca dal fondovalle del Magra per addentrarsi a mezza costa, svalicare in Garfagnana e giungere infine a Lucca, dove appunto è conservato il Volto Santo all’interno della Cattedrale di San Martino.

Partiremo dall’Agriturismo e Scuderia Picchio Verde situato in un’oasi verde ai piedi della collina dove sorge il Castello di Monti di Licciana Nardi. Qui conosceremo i nostri compagni fidati che ci accompagneranno accompagnerà in quest’escursione tra borghi e castelli medievali che hanno visto il passaggio di pellegrini ed eserciti per migliaia di anni.

A passo lento attraverseremo silenziosi boschi di castagno, salutando imponenti castelli sorti in epoca medievale a controllo della Via del Sale che collegava i porti del Mediterraneo con la Pianura Padana. Castelli rimaneggiati nei secoli a seguire per accogliere marchesi e famiglie nobili assumendo l’aspetto di residenze rinascimentali che ancora oggi li contraddistingue.

Giungeremo a Castel del Piano, antica fortificazione militare a difesa dei terreni del feudo di Licciana Nardi, oggi accuratamente trasformato in Agriturismo e Azienda Agricola produttrice di ottimi vini.

Visiteremo i vigneti e la piccola cantina guidati dalla passione di Andrea prima di trasferirci nel salone Cinquecentesco del Castello dove degusteremo i suoi vini accompagnati.

Rientriamo alla scuderia attraverso il caratteristico borgo di Pontebosio, con i suoi due castelli sorti in epoche diverse, chesi guardano separati dal ponte romanico da cui l’abitato prende il nome.

La via Francigena fa dunque parte di quella vasta rete di strade e percorsi di pellegrinaggio che segnava l'Europa e che univa tutti i maggiori luoghi di spiritualità del tempo. La presenza di questi percorsi, con la grande quantità di persone provenienti da culture anche molto diverse tra loro, ha permesso un eccezionale passaggio di segni, emblemi, culture e linguaggi dell'Occidente Cristiano. Ancora oggi sono rintracciabili sul territorio le memorie di questo passaggio che ha strutturato profondamente le forme insediative e le tradizioni dei luoghi attraversati. Un passaggio continuo che ha permesso alle diverse culture europee di comunicare e di venire in contatto, forgiando la base culturale, artistica, economica e politica dell'Europa moderna; è nota la frase del poeta Goethe secondo cui la coscienza d'Europa è nata sulle vie di pellegrinaggio.

 

 

 

I Protagonisti

Conosceremo Andrea che qui è conosciuto come «l’uomo dei cavalli» sempre al maneggio o in passeggiata, accompagnando turisti e preparando giovani del territorio per gare equestri.

E la sua famiglia che insieme alla moglie Lara gestisce l’ agriturismo e il ristorante situati in un’oasi di tranquillità.

Giunti a Castel del Piano, ci attenderanno Andrea e Sabina, coppia di “foresti”, così vengono definitivi dai lunigianesi coloro che non sono autoctoni. Provenienti da Genova lui e dall’Emilia lei, hanno scelto di abbandonare la vita di città e ritirarsi in campagna. Hanno acquistato un piccolo castello che hanno sapientemente restaurato, reso energeticamente autonomo, e recuperato un vecchio vigneto grazie al quale producono eccellenti vini nati dalla commistione tra i vitigni classici e quelli autoctoni.

 

luoghi esclusivi

Il cavallo ci permette un’esplorazione privilegiata attraverso antiche mulattiere nei boschi e ponti storici da cui godere di scorci panoramici non apprezzabili dal finestrino di un auto o di un bus. L’esclusivo arrivo ad un castello percorrendo il viale di campagna fiancheggiato da vigneti e oliveti vi farà rivivere l’emozione degli antichi pellegrini.

da sapere

Minimo 4 partecipanti

L’itinerario richiede un minimo di esperienza pregressa a cavallo.

Non adatto a persone con disabilità motorie.

Abbigliamento: pantaloni e maglietta a maniche lunghe, scarpe da ginnastica

Attrezzatura fornita: caschetto, corpetto per minorenni

Età: 14 anni +  (fatta eccezione per chi ha un minimo di esperienza)

Il pacchetto include:

escursione mezza giornata a cavallo con istruttore qualificato;

visita cantina e degustazione vini

PRENOTA
* Puoi prenotare l'itinerario da due giorni dalla data odierna. Se hai esigenza di prenotarlo per quelle date telefona al numero +39 0289092665.

Prenotando dichiari di essere d'accordo con i nostri Privacy & Polices

Info Utili

Il prezzo indicato si intende a persona per un minimo di 4 partecipanti, per altre soluzioni contattaci!
MAPPA DEI LUOGHI

TAPPE
FAQ

Cosa succede in caso di arrivo in ritardo rispetto all'orario di partenza?

Non c'è una regola ma vi chiediamo di arrivare con circa 15 minuti di anticipo. Qualora ci fossero ritardi, faremo il possibile per aspettare i ritardatari ma non possiamo andare oltre i 5/10 minuti di attesa. I tour mancati per ritardo superiore a questo lasso di tempo non saranno rimborsati.

Quali sono le condizioni di cancellazione di viaggio?

È possibile disdire la propria prenotazione entro 48 ore dalla data del tour, entro le 48 ore non è possibile avere il rimborso della spesa già affettuata.

POTREBBERO INTERESSARTI
Prenota