TAPPA

La Cattedrale di Matera

La Cattedrale simbolo di Matera

La Cattedrale della Madonna della Bruna e di Sant’Eustachio è il luogo di culto cattolico principale di Matera. La struttura fu costruita in stile romanico pugliese nel XIII secolo sullo sperone più alto della Civita che divide i due Sassi.

Per fare in modo che il nuovo tempio dominasse con la sua mole le costruzioni circostanti e le due vallate sottostanti dei Sassi, fu necessario rialzare la base rocciosa di oltre sei metri. Completata nel 1270, la nuova cattedrale fu dedicata originariamente a santa Maria di Matera, come risulta da un atto notarile dell’epoca. Successivamente in un testamento del 1318 risulta intitolata a santa Maria dell’Episcopio e dal 1389, anno in cui papa Urbano VI (già arcivescovo di Matera) istituì la festa della Visitazione, fu intitolata a Santa Maria della Bruna, anch’essa protettrice della città.

Come visitarla

La visita guidata a questo elemento simbolo del paesaggio materano è compresa nell’itinerario “Abitare a Matera tra grotte, dimore, borghi e tradizioni“.

MAPPA