• Partenza
  • Alla scoperta dei luoghi della Fede di questo territorio con visita privata alla Sinagoga di Casale e al laboratorio dei Krumiri Rossi ...
    Prezzo: €235
    Durata:2 giorni
    Mezzo: A piedi
  • - -

    Casale Monferrato

    Città gioiello e simbolo del Monferrato. Sarebbe un delitto non...

  • - -

    Hostaria Il Galletto

    Al limitare di Casale Monferrato, l'Hostaria Il Galletto propone una...

  • - -

    La Sinagoga di Casale

    Visita privata alla Sinagoga di Casale e al Museo degli...

  • - -

    Krumiri – Pasticceria Rossi

    I krumiri sono il biscotto simbolo di Casale. Qui conoscerete...

  • - -

    Agriturismo Bottazza

    Cena in una tipica cascina del Monferrato.

  • - -

    Sacro Monte di Crea

    Spettacolare monastero su una delle colline più alte della zona...

  • - -

    Castello di Gabiano

    Qui si può fare una degustazione di vini della vigna...

ITINERARIO

Le colline del Monferrato tra storia e mistero: viaggio alla scoperta dei luoghi della Fede

esperienza

A Casale Monferrato si è realizzata una commistione di culture e di religioni paragonabile solo alla Sicilia e ad altri pochi luoghi. Qui ad esempio, si trova una delle 21 comunità ebraiche che vivono sul territorio italiano. Nel Monferrato Occidentale si trova uno dei nove “Sacrimonti” dell’Italia Settentrionale e una tradizione monastica millenaria.
Durante la nostra visita a Casale Monferrato scopriremo i due volti di questa cittadina, scanditi dai punti di incontro e di scontro tra la comunità cristiana ed ebraica che come abbiamo visto, convivono qui da secoli.

Itinerario

Le prime notizie sicure sulla presenza di ebrei in città risalgono agli anni immediatamente successivi al 1492 C.E., anno della diaspora spagnola. Nei primi secoli, gli Ebrei si integrarono benissimo nel tessuto civile durante la dinastia dei Paleologi (1305-1533). Quando poi il Duca Guglielmo IX morì senza eredi legittimi maschi, il marchesato diventò la dote di nozze di Margherita, ultima erede rimasta, per andare in sposa del Duca Federico II Gonzaga duca di Mantova. In quegli anni, tra il XVI ed il XVIII secolo, il Monferrato fu sconvolto da continue guerre che coinvolsero anche la popolazione ebraica che, per poter godere del diritto di vivere in città, era costretta a pagare ingenti somme di denaro, utilizzate poi per finanziare le spedizioni militari.

All’interno della città gli ebrei erano soggetti a molte limitazioni: in particolare, durante le Settimana Santa e le processioni religiose, era loro proibito camminare in alcune strade. Inoltre, avevano l’obbligo di portare un simbolo distintivo, una fascia gialla, da cui potevano separarsi solo quando viaggiavano, il giorno della partenza e quello dell’arrivo.

Giorno 1. Visiteremo la chiesa di Santo Stefano, fondata nel XII secolo e ricostruita nelle metà del Seicento, la chiesa dell'Addolorata, uno dei gioielli del noto Magnocavalli, risalente al 1723 e infine la chiesa barocca di San Filippo Neri, opera sublime del grande Sebastiano Guala.

Dopo la pausa pranzo, dal cuore della Cristianità casalese ci sposteremo nella zona dell’antico ghetto ebraico, istituito nel 1723, i cui confini sono ancor oggi perfettamente riconoscibili, tra via Balbo, Via Roma e Piazza San Francesco, con le case dai cortili comunicanti e i numerosi passaggi interni. In via Alessandria è possibile vedere il gancio, usato per la chiusura del ghetto, e l'immagine sacra della Madonna, posta nel versante cristiano al confine con il quartiere ebraico.

Qui visiteremo la sfarzosa Sinagoga barocca, seconda in Europa per bellezza e prestigio dopo quella di Praga. Ci sposteremo poi nell’annesso complesso museale dove faremo un viaggio attraverso le tradizioni e i preziosi oggetti rituali del “Popolo del Libro”, con un’imperdibile tappa finale al Museo dei Lumi,che ci stupirà con le coloratissime e originali creazioni d’arte contemporanea. A fine giornata raggiungeremo la pasticceria Krumiri Rossi,per una visita privata al laboratorio e una degustazione dei famosi biscotti di Casale, certificati alimento kosherda diversi anni.

Giorno 2. Il secondo giorno si riparte in direzione del Sacro Monte di Crea, che nella suggestione del Santuario e del Percorso Devozionale racchiude il meglio dell’arte sacra piemontese, dal Cinquecento fino all’Ottocento. Visiteremo il Santuario e faremo una passeggiata nel parco, dove una trentina di piccole architetture ospitano statue e scenografie dedicate ai Misteri del Rosario. Nel pomeriggio ad aspettarci ci sarà il Castello di Gabiano, situato in una spettacolare posizione panoramica. A lungo scenario di assedi e di guerre, conserva ancora il curioso labirinto, uno dei rarissimi e ancora visibili in Piemonte, circondato dal Parco della Tenuta, che da oltre 400 anni include anche i vigneti. Qui saluteremo il Monferrato con uno speciale brindisi, degustando i migliori vini di questo territorio.

I Protagonisti

Il nostro primo narratore della giornata sarà un rappresentante della Comunità Ebraica di Casale Monferrato, che condividerà con noi tanti interessanti aneddoti sulle tradizioni e sugli usi della piccola Comunità casalese, tra passato e presente. In seguito incontreremo la signora Portinaro, titolare di un famoso laboratorio dolciario di Casale che sforna ogni giorno i prelibati krumiri, biscotti simbolo della città, pronta a svelarci tante dolci curiosità su questo prodotto.

luoghi esclusivi

Scopriremo la bellezza di alcune chiese di Casale Monferrato, meno conosciute ai più, ma dove operarono alcuni tra i più grandi artisti del Barocco piemontese. Visiteremo in via privata la Sinagoga Ebraica, una delle più sfarzose d’Europa, per proseguire con i gioielli conservati nella Galleria degli Argenti e le originali creazioni contemporanee esposte nel Museo dei Lumi. Entreremo nella storica pasticceria Krumiri Rossi per conoscere il metodo di produzione dei famosi biscotti, da molti anni certificati anche alimento kosher. Ci addentreremo infine nei meandri del Sacro Monte di Crea, tra cappelle scolpite e paesaggi pieni di suggestione

da sapere

Minimo 4 partecipanti 

Itinerario adatto a tutti.

Alcuni locali del Complesso Museale della Sinagoga e alcuni punti del Parco di Serralunga di Crea potrebbero essere non accessibili agli ospiti portatori di disabilità motorie.

 

Il pacchetto include:

visita privata al laboratorio KrumiriRossi, alla Sinagoga Ebraica e all’annesso Complesso Museale di Casale Monferrato;

n.1 pranzo tipica presso ristorante/agriturismo in zona Casale;

n. 1 cena tipica presso ristorante/agriturismo in zona Casale/Serralunga di Crea;

n.1 pernottamento in camera doppia standard con prima colazione presso agriturismo/B&B in zona Casale/Serralunga di Crea.

L’ingresso al laboratorio Krumiri Rossi è previsto solo nelle giornate di mercoledì e giovedì.

PRENOTA
* Puoi prenotare l'itinerario da due giorni dalla data odierna. Se hai esigenza di prenotarlo per quelle date telefona al numero +39 0289092665.

Prenotando dichiari di essere d'accordo con i nostri Privacy & Polices

Info Utili

Il prezzo indicato si intende a persona per un minimo di 4 partecipanti, per altre soluzioni contattaci!
TAPPE
FAQ

Cosa succede in caso di arrivo in ritardo rispetto all'orario di partenza?

Non c'è una regola ma vi chiediamo di arrivare con circa 15 minuti di anticipo. Qualora ci fossero ritardi, faremo il possibile per aspettare i ritardatari ma non possiamo andare oltre i 5/10 minuti di attesa. I tour mancati per ritardo superiore a questo lasso di tempo non saranno rimborsati.

Quali sono le condizioni di cancellazione di viaggio?

È possibile disdire la propria prenotazione entro 48 ore dalla data del tour, entro le 48 ore non è possibile avere il rimborso della spesa già affettuata.

POTREBBERO INTERESSARTI
Prenota