DORMIRE

Rifugio Bozzi Conca del Montozzo

È qui il paradiso?

Il Rifugio Bozzi, inaugurato nel 1928, è situato alla Conca del Montozzo in posizione sopraelevata rispetto all’omonimo laghetto. E’ circondato da un gruppo di monti dall’aspetto seghettato: la Punta di Montozzo (m. 2863), il Torrione d’Albiolo (m. 2969) e la Cima Casaiole (m. 2779).

Il rifugio prende il nome da Angiolino Bozzi, aspirante ufficiale tra i primi caduti durante la Grande Guerra nel 1915 sul Torrione d’Albiolo, su questo fronte alpino.
A testimonianza della Guerra Bianca che si combatté quassù tra vette, rocce e ghiacciai, giaciono nei dintorni i resti del villaggio militare trasformato in museo storico all’aperto. Le murature, le trincee, le torrette di avvistamento e le postazioni di tiro sono state recentemente restaurate e sono visitabili dai visitatori.

L’eco dell’immane tragedia che si è consumata su queste montagne contrasta con l’ambiente di pace totale che vi si vive. Solo chi ha provato la montagna sa cosa vuol dire essere così lontano dal mondo e sentirsi così a contatto con la natura senza filtri. Le due ore di sentiero per raggiungere il rifugio dalla malga Bezzi saranno ben ricompensate da una vista mozzafiato e da un contatto naturale con questi luoghi.

Qui al rifugio Bozzi sono previste la cena e il pernottamento, che vi garantiamo sarà il sonno più dolce che potrete mai provare.

Come visitare il Rifugio Bozzi

La cena e il pernottamento nel rifugio sono compresi nell’itinerario “Vivere la Valcamonica: dalla malga al rifugio“.

I Laghi Ercavallo

Uno dei panorami più suggestivi di questo itinerario si trova nel tratto finale dell’escursione nella Valle di Viso, valle laterale della Valcamonica, che forma una grande ‘U’. I laghi Ercavallo sono dei deliziosi specchi d’acqua cristallina posti a cavallo del Passo delle Graole e da cui ammirare il maestoso Adamello svettare.

MAPPA